Sovraindebitamento: nuovo record di debiti non pagati

10 miliardi in più di debiti delle famiglie e delle piccole imprese

Nel 2021 in Italia i debiti non pagati dalle famiglie e dalle piccole imprese hanno raggiunto un nuovo record: 160 miliardi di euro, 10 miliardi in più dell’anno precedente pari ad un incremento del 7% (Fonte: Unirec, Unione nazionale delle imprese a tutela del credito,  dodicesimo rapporto annuale, maggio 2022).

 

Il balzo maggiore lo fanno le bollette: aumentano del 36% a quasi 15 milioni le pratiche affidate alle società di recupero crediti, cresce del 20% l’importo degli insoluti. Il balzo dei costi dell’energia è infatti cominciato l’anno scorso, la guerra in Ucraina è stata, è proprio il caso di dirlo, ulteriore benzina gettata su un fuoco già acceso.

Sono invece stabili le pratiche affidate al recupero da banche e società finanziarie, mentre triplicano le pratiche del settore commerciale, cioè i ritardi e i mancati pagamenti di rate del credito al consumo.

Ecco gli importi dei debiti non pagati per regione, in milioni di euro, e la variazione percentuale rispetto al 2020:

Lombardia 25.759 +17,2%
Lazio 17.323 +14,3%
Campania 16.604 +13,1%
Sicilia 13.724 +13,7%
Emilia Romagna 11.213 +9,3%
Toscana 10.903 +12,8%
Veneto 10.514 +14,4%
Piemonte 9.942 +16,5%
Puglia 9.287 +6,0%
Calabria 6.169 +20,8%
Marche 5.030 +23,3%
Sardegna 4.481 +17,5%
Abruzzo 4.163 +12,3%
Liguria 3.799 +11,7%
Umbria 3.104 +36,3%
Friuli Venezia Giulia 2.602 +26,7%
Basilicata 1.661 +29,4%
Trentino Alto Adige 1.209 -7,4%
Molise 1.174 +57,2%
Valle d’Aosta 575 +87,3%

 

 

 

News

Comments are disabled.